ADSUM – Formazione d’Eccellenza

Mindfulness e lavoro: quali benefici per i lavoratori?

Condividi il post

mindfulness e lavoratori

Mindfulness e lavoro: che correlazione c’è?

Molti potrebbero sentirsi sopraffatti al lavoro, inondati di progetti e attaccati da un senso di demotivazione generale, ma a questo c’è una soluzione: la pratica mindfulness.

Per chi ha dubbi sulla validità ed efficacia di questo tipo di meditazione, leggendo questo articolo potrebbe cambiare idea.

Google, NHS e Harvard Business School sono solo alcune delle grandi società che includono principi di mindfulness nei loro programmi di leadership.

Ma cosa si intende esattamente con mindfulness sul posto di lavoro? E quali benefici porta ai lavoratori? Vediamolo in questo articolo.

*********

*********

Cos’è la mindfulness?

La mindfulness è un tipo di meditazione che permette di essere totalmente consapevoli nel momento presente.

La radice di questa meditazione può essere fatta risalire agli antichi insegnamenti o pratiche buddiste.

La mindfulness aiuta a decelerare i pensieri indesiderati rilassando e calmando la mente; permette all’anima e al corpo di scaricare la negatività, lanciando un’elevata energia vibrazionale.

Inoltre, aiuta a prestare attenzione alla salute fisica, mentale e spirituale generale intensificando le capacità di osservazione e di ascolto.

Nell’attuale clima economico, ai dipendenti viene chiesto di fare sempre di più, lavorando lunghe ore con carichi di lavoro sempre più pesanti.

Lavorare in una cultura in cui il livello di stress è un distintivo d’onore è controproducente.

Quando si corre da un compito all’altro si potrebbe pensare di lavorare in modo più efficiente, ma in realtà per il cervello stiamo lavorando controcorrente.

La mindfulness aiuta quindi a gestire queste situazioni grazie allo sviluppo della consapevolezza e un aumento dell’intelligenza emotiva.

Queste consentono, inoltre, di fare un passo indietro e considerare prospettive alternative piuttosto che semplicemente reagire agli eventi e utilizzare l’area meno intelligente del nostro cervello per prendere decisioni.

La consapevolezza aiuta a riportare il potere nelle parti “intelligenti” del nostro cervello per riportarci al controllo delle nostre emozioni, consentendoci di scegliere una risposta più appropriata.

 

Mindfulness e lavoro: 6 benefici per i lavoratori

Oltre al vantaggio generale di prestazioni migliorate che deriva dalla consapevolezza, ci sono molti altri vantaggi che contribuiscono al benessere generale sul lavoro:

 

1. Riduzione dello stress e dell’ansia

La mindfulness in azienda è un argomento caldo, proprio per aiutare a ridurre lo stress, causa dominante del disimpegno dei dipendenti.

Questa tecnica di meditazione ha perfettamente senso per affrontare lo stress e l’ansia perché è in grado di portare al di fuori della modalità “fight-or-flight” introducendo uno stato rilassato di chiarezza mentale.

Diventando più consapevoli dei propri pensieri e del proprio corpo, è possibile valutare e identificare meglio i propri sentimenti e affrontarli in modo più positivo.

Scientificamente, la pratica di mindfulness riduce l’attività in quella parte del cervello che attiva lo stress: l’amigdala.

 

2. Miglioramento della concentrazione

Gli studi dimostrano che attuare il protocollo di mindfulness può migliorare la capacità di una persona di concentrarsi su una cosa alla volta e aiutare a frenare la tendenza alla distrazione.

Questa capacità di concentrazione inizierà a tradursi in tutti gli aspetti della vita, eliminando il multitasking e ponendo l’accento sul monotasking.

Una mente concentrata è una mente produttiva.

 

3. Miglioramento della creatività

La creatività dipende molto dallo stato mentale di una persona.

La pratica del mindfulness aiuta a combattere i pensieri negativi che ostacolano il pensiero creativo e l’espressione di sé.

Inoltre, la mindfulness aiuta anche a elaborare l’abbondanza di nuove idee che, se troppe e poco chiare, possono portare ad uno stato mentale caotico.

Questa tecnica aiuta a liberare il cervello dalle distrazioni e aumenta la capacità di guardare le cose da un’altra prospettiva.

mindfulness meditazione lavoro

 

4. Aumento dell’intelligenza emotiva e della resilienza

La mindfulness facilita in modo significativo lo sviluppo dell’intelligenza emotiva in tre modi:

  • Migliora la capacità di comprendere le proprie emozioni
  • Aiuta ad imparare a riconoscere le emozioni degli altri
  • Rafforza la capacità di governare e controllare le emozioni.

In questo modo una persona sarà in grado di determinare quali emozioni sono benefiche in determinate situazioni.

La resilienza emotiva riguarda il calmare la mente dopo la turbolenza di un’esperienza negativa.

I dipendenti devono imparare la stabilità emotiva sul lavoro per apprendere più rapidamente dalle situazioni scomode e difficili. La mindfulness aiuta in questo senso perché rende i lavoratori più consapevoli delle loro parole, azioni e pensieri.

 

5. Miglioramento della comunicazione

Con il costante afflusso di testi, tweet e messaggistica istantanea, molti di noi hanno perso la capacità di ascoltare attivamente ed essere presenti.

La mindfulness aiuta a concentrarsi sul qui e ora e ad ascoltare le persone senza alcun giudizio.

Un’efficace comunicazione virtuale o faccia a faccia è necessaria per il successo di quasi tutti gli individui sul lavoro, soprattutto per coloro che ricoprono ruoli di leadership.

La pratica del mindfulness non solo aiuta ad avere un impatto positivo sulle persone che ci stanno intorno, ma renderà possibili conversazioni attive in cui potranno essere scambiate informazioni interessanti.

 

6. Miglioramento della salute fisica generale

Ultimo ma certamente non meno importante, è l’influenza che la mindfulness può avere sulla salute fisica in generale.

Sebbene una maggiore produttività, lavoro di squadra e intelligenza emotiva siano sicuramente preziosi, che se non stiamo bene fisicamente, niente di tutto ciò avrà davvero importanza.

Diverse ricerche scientifiche hanno affermato che i benefici concreti sulla salute fisica di una persona che pratica mindfulness includono:

  • Pressione sanguigna più bassa
  • Rischio ridotto di ictus
  • Rischio ridotto di malattie cardiache
  • Miglioramento del sistema immunitario
  • Maggiore autostima

 

Per concludere, la salute e il benessere dei dipendenti sono la linfa vitale per ambienti di lavoro fiorenti e di successo.

È buona pratica che i lavoratori, soprattutto se sottoposti a fonti di stress, siano incoraggiati a prendere parte ad un programma di mindfulness. Questo permetterà di migliorare non solo il loro stile di vita, ma anche il lavoro quotidiano.

 

Adsum  offre la possibilità di diventare istruttore del protocollo mindfulness grazie al Master in “Neuroscienze, Mindfulness e pratiche contemplative in ambito sanitario, sportivo e delle organizzazioni, finanziabile fino al 100% con Pass Laureati 2022.

Contattaci qui per ricevere informazioni.

 

 

mindfulness e lavoro

Documento protetto e notarizzato su blockchain con AUTENTIKO©

Post Info :
Condividi:

2 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 − 4 =

Articoli Popolari

Potrebbe interessarti anche