ADSUM – Formazione d’Eccellenza

Lean management: a cosa serve e come applicarlo in azienda

Condividi il post

lean management master manager

La popolarità del lean management è esplosa negli ultimi anni.

Sempre più aziende stanno adottando il “pensiero snello” ( o Lean Thinking) nel tentativo di migliorare l’efficienza, la redditività e la soddisfazione dei clienti.

Apportando miglioramenti ai processi che consentono la riduzione degli sprechi, sarà possibile risparmiare tempo e denaro nelle varie attività.

In questo articolo spiegheremo che cos’è il lean management, a cosa serve e come applicarlo in azienda.

INDICE
*********

*********

 

Che cos’è il “lean management”

Il lean management, anche conosciuto come gestione snella, è un approccio alla gestione di un’organizzazione che segue il concetto di miglioramento continuo.

Si tratta di un approccio a lungo termine al lavoro che cerca sistematicamente di ottenere piccoli cambiamenti incrementali nei processi al fine di migliorare l’efficienza e la qualità.

Lo scopo principale del lean management è produrre valore per il cliente finale attraverso l’ottimizzazione delle risorse e la creazione di un flusso di lavoro costante basato sulle reali esigenze dei clienti.

Si cerca di eliminare qualsiasi spreco di tempo o denaro, identificando ogni passaggio in un processo aziendale e quindi rivedendo o eliminando gli step che non creano valore.

Questo metodo di gestione funge da guida per costruire un’organizzazione di successo in costante progresso.

 

Come applicare il lean management in azienda

Il lean management segue cinque principi. Questi sono:

  1. Identificare il valore
  2. Mappare i flussi di valore
  3. Sviluppare flussi di lavoro continui
  4. Creare un sistema pull
  5. Miglioramento continuo

Quando questi principi snelli vengono combinati nei processi e nella cultura aziendale, si possono creare sistemi operativi ottimali.

 

Vediamo i cinque principi del lean management nel dettaglio:

1.     Identificare il valore

La creazione di valore è al centro di ogni attività; è il motivo per cui i clienti sono disposti a pagare per determinati prodotti e servizi.

Il primo passo è, quindi, identificare il valore che si vuole creare per il cliente. Tutto ciò che non contribuisce a questo obiettivo è considerato superfluo.

In altre parole, l’identificazione del valore assicura che l’attività si concentri su quegli elementi che i clienti apprezzano di più.

 

2.    Mappare i flussi di valore

La mappatura del flusso di valore è dove si comprende il flusso di lavoro. Qual è l’esatto sistema di produzione e chi è coinvolto?

Questo passaggio consentirà di identificare le parti necessarie per portare valore al cliente e di concretizzare il processo di lavoro.

La mappatura del flusso di valore offre quindi una panoramica generale per vedere facilmente quali parti del processo effettivamente offrono valore e dove sono gli sprechi.

 

3.     Sviluppare flussi di lavoro continui

Dopo aver mappato il flusso di valore, è necessario trasformarlo in flussi di lavoro continui.

Un tipico processo di produzione coinvolge team, materiali e risorse che si verificano in stretta sequenza; quindi, è importante che tutti questi pezzi del processo siano coordinati.

Se il flusso smette di muoversi per qualsiasi motivo, è inevitabile che si verifichino sprechi.

Visualizzare un flusso di lavoro e dividerlo in sottosezioni più piccole è un modo efficace per prevedere potenziali ostacoli e affrontarli in anticipo.

Lo sviluppo di flussi di lavoro continui garantisce che tutto funzioni in armonia e nel modo più efficiente possibile.

 

4.     Creare un sistema pull

Un sistema pull prevede la creazione in base alla domanda effettiva dei clienti anziché alle previsioni.

Affinché il flusso funzioni senza intoppi, le cose non dovrebbero essere prodotte in anticipo perché se inutilizzate, creeranno sprechi.

Invece, la creazione di un sistema pull consente di realizzare prodotti o sviluppare servizi in risposta agli ordini dei clienti.

Con un sistema pull in atto, le risorse saranno perfettamente allineate con la domanda e gli sprechi saranno drasticamente ridotti.

 

5.     Miglioramento continuo

I primi quattro passaggi aiuteranno a creare un sistema di gestione snello, ma è questo passaggio finale che garantirà il vero successo.

In questa fase è possibile rivedere tutti gli aspetti del processo che presentano opportunità di miglioramento.

Cercando continuamente di migliorare, si aumenterà costantemente l’efficienza, la produttività e la qualità di prodotti e servizi, portando ad una maggiore soddisfazione del cliente.

Il miglioramento continuo dei processi permetterà anche di stare all’avanguardia nel settore.

 

Quando questi cinque principi di lean management vengono combinati, forniscono un potente quadro per una crescita sostenuta.

Le aziende che li implementano con successo creano un vantaggio competitivo distinto dove la concorrenza difficilmente sarà in grado di rivaleggiare.

Le organizzazioni che adottano questo approccio si stanno preparando per il successo e la redditività a lungo termine.

 

lean management

 

Diventare un esperto in lean management

Essere di mentalità aperta, avere capacità analitiche e andare d’accordo con tutti i lavoratori dell’azienda, sono capacità ricercate in chi vuole diventare esperto in lean management.

Da non dimenticare la passione per il miglioramento continuo e per un approccio sistematico.

Oltre a questo, è però necessario seguire il giusto percorso formativo che nel caso di un esperto in lean management non è prestabilito.

Il primo passo è comunque il conseguimento di una laurea, preferibilmente in ambito economico o ingegneristico.

Dopodiché è possibile integrare con un Master più specifico, come quello di Adsum in “Lean Organization e HR Management”, che ha realizzato un Placement del 70% e ha visto la partecipazione di tante aziende partner che hanno manifestato un grande interesse.

button master adsum

Questo percorso si propone di formare Lean manager in grado di gestire in maniera ottimale le imprese in cui il lean management è già implementato o si trova in fase di implementazione.

Coloro che conseguiranno questo titolo saranno in grado di favorire lo sviluppo di una cultura Lean, promuovere e gestire progetti di miglioramento continuo, misurare i risultati, gestire le risorse umane e creare armonia tra pensiero e azioni all’interno di un’azienda.

Sempre più aziende stanno implementando il lean management per i loro processi, incluse le PMI.

Le prospettive occupazionali di questa figura sono quindi ottime, sia in ambiente privato che pubblico.

 

lean management

Documento protetto e notarizzato su blockchain con AUTENTIKO©

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli Popolari

Potrebbe interessarti anche