ADSUM – Formazione d’Eccellenza

Come diventare tecnico di laboratorio clinico, agro-biologico, ambientale

Condividi il post

come diventare tecnico di laboratorio clinico

Sapere come diventare tecnico di laboratorio potrebbe essere interessante se sei una persona curiosa, che ama l’ambito scientifico e le attività di analisi e di ricerca.

Vediamo in questo articolo di scoprire chi è il tecnico di laboratorio clinico, agro-biologico, ambientale, cosa fa e come diventarlo.

*********

*********

 

Cosa fa il tecnico di laboratorio?

Il tecnico di laboratorio si occupa di condurre analisi, eseguire test di laboratorio, effettuare misurazioni e stendere report del lavoro svolto.

Può lavorare in diversi ambiti come quello clinico, agro-biologico e ambientale.

Nello specifico, un tecnico sanitario di laboratorio deve svolgere diverse importanti funzioni, tra cui le seguenti:

  • Supervisionare, coordinare, gestire ed eseguire esperimenti di laboratorio indipendenti per contribuire a progetti di ricerca;
  • Raccogliere i dati, documentare e produrre report;
  • Seguire i protocolli di sicurezza e controllo;
  • Essere responsabile della supervisione degli studenti o dei giovani ricercatori che lavorano giornalmente in laboratorio, comprese le attività di manutenzione generale come l’ordinazione o l’acquisto di forniture e la conservazione dei registri;
  • Gestire e monitorare protocolli e dati sperimentali;
  • Preparare soluzioni e reagenti, smaltire correttamente rifiuti o sostanze chimiche a rischio biologico.

 

Tecnico di laboratorio: giornata tipo e luogo di lavoro

A seconda del luogo in cui lavora, un tecnico di laboratorio supporterà il cliente finale con test, analisi ed esperimenti scientifici.

Gli studi in cui viene coinvolto possono avere un impatto ad ampio raggio e potrà trovarsi a lavorare a stretto contatto con scienziati, docenti, studenti e altri a seconda dell’attività.

Le operazioni quotidiane includono l’utilizzo di strumenti di laboratorio tradizionali, software informatici avanzati e tecnologia robotica per eseguire esperimenti specializzati, analizzare campioni biologici e modellare i dati raccolti.

L’ambiente di lavoro può variare da un laboratorio completamente attrezzato a uno spazio ufficio funzionale.

Se il ruolo dovesse prevedere lavoro sul campo, un tecnico di laboratorio potrebbe trascorrere gran parte della giornata all’aperto percorrendo anche lunghe distanze per raggiungere siti specifici per la raccolta di campioni.

Un tecnico di laboratorio può trovare lavoro in una vasta gamma di settori ad alta intensità di ricerca come la medicina, le scienze biologiche, la biologia molecolare, la tossicologia ambientale, i prodotti farmaceutici, le scienze agrarie, la giustizia penale, ecc.

Numerosi concorsi pubblici vengono attivati ogni anno per ricercare questo tipo di professionisti, attualmente molto richiesti.

Ma il tecnico di laboratorio non solo può essere impiegato in strutture pubbliche, come ospedali, ambulatori, forze dell’ordine, ma anche in strutture private, come aziende, università, istituti assicurativi, ecc.

E ancora, questa figura può lavorare come libero professionista collaborando con enti, istituti, medici, ricercatori nei settori clinico, agro-biologico e ambientale.

Lo stipendio di un tecnico di laboratorio varia a seconda dell’ambito in cui è impiegato, del settore, dell’anzianità, dell’esperienza e formazione e degli eventuali straordinari.

 

Come diventare tecnico di laboratorio

1.     Scegli il corretto percorso di studio

Per esercitare questa professione è necessario essere in possesso di un diploma del corso di laurea in Tecnico di Laboratorio Biomedico nei Laboratori di Analisi, Biologia o Chimica.

Le materie più importanti trattate durante questi corsi di laurea includono:

  • Biochimica e microbiologia
  • Analisi biochimica
  • Statistica
  • Sicurezza e gestione dei materiali biologici
  • Patologia clinica

La prova finale del percorso di laurea nel caso si scelga tecnico di laboratorio biomedico, sarà convalidata come esame di stato e, una volta concluso il percorso con successo, il neo-laureato potrà iscriversi all’albo tecnico sanitario di laboratorio biomedico.

 

2.     Formazione continua

Una volta ottenuta la laurea ed effettuata l’iscrizione all’albo dei tecnici sanitari di laboratorio biomedico, si potrebbe pensare che la formazione si sia conclusa.

In realtà, questa figura professionale deve partecipare a corsi di aggiornamento obbligatori nell’ambito del programma nazionale ECMEducazione Continua in Medicina.

Come tutte le professioni medico-scientifiche, infatti, la formazione continua è all’ordine del giorno.

 

3.     Acquisisci esperienza di laboratorio

La maggior parte dei corsi di laurea per tecnico di laboratorio offre agli studenti numerose opportunità per acquisire esperienza di laboratorio.

L’esperienza precedente in un ambiente reale è importante per molti datori di lavoro in questo campo.

Oltre a seguire corsi che contengono una componente di laboratorio, gli studenti dovrebbero lavorare nei laboratori di ricerca delle aziende.

Un’opportunità come questa viene offerta da Adsum con il Master in Innovazione e Gestione Laboratori Clinici, Agro-Biologici e Ambientali, che ha realizzato nella scorsa edizione placement del 90%. Si tratta di un percorso fortemente incentrato sia sullo stage aziendale (600 ore su un totale di 1000) che sulle lezioni frontali in aula con personale delle aziende, per fornire agli studenti le conoscenze e le competenze necessarie per un ottimale inserimento nel mondo del lavoro.

button master adsum

E’ importante durante il percorso di studio acquisire familiarità con le apparecchiature di laboratorio ed i materiali necessari. Alcuni macchinari specifici che un tecnico di laboratorio potrebbe utilizzare includono contatori di cellule automatizzati, apparecchiature di laboratorio robotico, fluorimetri, microscopi scientifici.

 

come diventare tecnico di laboratorio clinico

 

Quando un tecnico di laboratorio accumula diversi anni di esperienza e una consistente formazione, può andare a ricoprire posizioni superiori come quella di coordinatore di reparto.

Inoltre, ottenere una laurea in biologia o in un campo correlato può anche portare a un avanzamento di carriera. Con la crescente domanda di ricerca biotecnologica, le opportunità di occupazione disponibili per i lavoratori in questo campo sono ottime.

Si prevede che i posti di lavoro in questo settore cresceranno al ritmo del 5% fino al 2024, al di sopra della media nazionale.

Se sei quindi interessato a lavorare in questo tipo di ambiente e possiedi sviluppate capacità analitiche e di problem solving, diventare tecnico di laboratorio clinico, agro-biologico, ambientale potrebbe fare al caso tuo.

 

Con Pass Laureati 2022, la misura di sostegno erogata dalla Regione Puglia, è possibile finanziare tutti i Master post lauream di Adsum.

Siamo a disposizione per supportarti durante tutto l’iter di partecipazione al bando, dalla presentazione alla rendicontazione.

Contattaci qui per saperne di più.

 

qr autentiko come diventare tecnico di laboratorio clinico

Documento protetto e notarizzato su blockchain con AUTENTIKO©

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli Popolari

Potrebbe interessarti anche