ADSUM – Formazione d’Eccellenza

Come diventare consulente in risorse umane

Condividi il post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Come diventare un consulente in risorse umane? E’ una delle domande primarie che spesso si pone chi desidera lavorare nel settore HR.

Mentre molte aziende hanno un dipartimento di risorse umane interno, altre, invece, possono scegliere di utilizzare l’outsourcing delle risorse umane, rivolgendosi a professionisti noti come consulenti delle risorse umane.

Ma che cosa fanno esattamente i professionisti delle risorse umane? Vediamolo in questo articolo.

*********

*********

 

La base: cosa fa un consulente in risorse umane?

I consulenti in risorse umane sono lavoratori autonomi assunti al di fuori di un’azienda che hanno il compito di risolvere o soddisfare un’esigenza relativa alle risorse umane.

Ci sono due ragioni principali per le quali le aziende decidono di rivolgersi ad un consulente in human resources:

  1. La prima è che alcune piccole imprese non hanno il supporto interno di un dipartimento HR o le competenze necessarie per intraprendere progetti significativi nel settore del capitale umano.
  2. L’altro scenario riguarda le aziende più grandi che possono scegliere di rivolgersi ad un responsabile delle risorse umane con la speranza di ottenere una prospettiva esterna e obiettiva su un particolare progetto o sfida. Il consulente può infatti concentrarsi sull’affrontare i problemi senza lasciarsi coinvolgere da politiche organizzative interne o da altre questioni aziendali che potrebbero rendere difficile un processo decisionale oggettivo.

In generale, un consulente in risorse umane è un professionista del settore assunto da un’azienda per fornire uno o più servizi relativi alle risorse umane.

Le responsabilità specifiche di un HR manager variano a seconda delle esigenze del cliente; non esiste infatti una job description impostata.

Esistono, tuttavia, diversi compiti che la maggior parte dei consulenti può svolgere, tra cui:

  • Incontro con i clienti per determinare le loro esigenze o problemi relativi alle risorse umane;
  • Lavorare con i clienti per sviluppare, rivedere e implementare politiche HR appropriate;
  • Valutare gli attuali servizi e programmi HR del cliente per essere sicuri che siano conformi alle normative statali e federali e coerenti con gli standard del settore;
  • Analisi dei dati e sviluppo di report per il management in relazione a specifici progetti nell’ambito delle risorse umane;
  • Auditing delle attività HR del cliente per verificarne la conformità;
  • Offrire formazione relativa alla gestione delle risorse umane.

Un consulente in risorse umane può lavorare in modo totalmente indipendente oppure come parte di un’attività di consulenza.

Questo professionista può essere un generico che offre aiuto con una serie di diverse attività relative alle risorse umane oppure può essere specializzato in una particolare area di questo settore.

 

Come diventare un consulente in risorse umane

Ecco quali sono i passaggi necessari per diventare un consulente in risorse umane:

1. Ottenere una laurea o seguire un corso in risorse umane

Il viaggio per diventare un consulente in risorse umane inizia con un corso di formazione in risorse umane o un Master in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane di Adsum .

Possedere una certificazione di questo tipo, rende sicuramente il curriculum più attraente quando si fa domanda nel mondo del lavoro in questo settore. Oltretutto, spesso già durante il percorso di studio, è previsto uno stage obbligatorio, il che rende l’inserimento lavorativo molto più facile.

button master adsum

2. Acquisire esperienza

Si può iniziare a fare esperienza nelle risorse umane con uno stage mentre si sta completando il percorso di formazione. Questo aiuta ad applicare le conoscenze e le abilità teoriche e apprese in classe ad un ambiente reale, permettendo di avere un avviamento pratico al settore e dando la possibilità di prendere una decisione chiara sul proprio percorso professionale.

Inoltre, è possibile candidarsi inizialmente a posizioni junior nel dipartimento delle risorse umane di un’azienda. Una volta iniziato il percorso, è possibile costruire la propria esperienza, conoscenza e reputazione. In generale, ci si aspetta che i consulenti delle risorse umane abbiano almeno tre – quattro anni di esperienza nel settore.

 

 

risorse umane hr adsum

3. Definire se essere un generalista o uno specialista

Dopo lo studio e alcuni anni di esperienza sul campo, probabilmente si avrà avuto una certa esposizione a una serie di aree diverse all’interno delle risorse umane. Questo è il momento ideale per decidere se si vuole diventare uno specialista in un particolare ramo delle risorse umane o se si preferisce offrire un supporto generale. Di solito ci sono molte opportunità sia per specialisti che per generalisti, quindi, la scelta è una questione di preferenza.

4. Costruire una base di clienti

Chi ha intenzione di avviare un’attività di consulenza in risorse umane, deve necessariamente fare rete e costruire una solida base di clienti per avere successo.

Ci sono diversi modi in cui è possibile farlo, ad esempio ottenere consigli attraverso lavori precedenti o contatti oppure entrare a far parte di un’organizzazione professionale che potrebbe offrire delle opportunità per divulgare i propri servizi. Inoltre, è importante pubblicizzare l’attività attraverso un sito web dedicato o sui social network e scrivere testi dedicati per un blog o per pubblicazioni commerciali.

5. Formazione continua

Soprattutto nel caso in cui si voglia diventare uno specialista in risorse umane, è importante continuare con la formazione. Le risorse umane non sono un settore statico ed è quindi importante essere aggiornati.

La formazione continua è un buon modo non solo per rimanere informati e mantenere le proprie capacità, ma anche per apprendere nuove competenze e sviluppare nuove aree di competenza. Ulteriori certificazioni rendono un curriculum molto più attraente e possono creare nuove opportunità di carriera. Per avere successo in un ruolo di consulente in risorse umane, l’istruzione e le certificazioni non sono mai abbastanza.

Per concludere, quello del consulente in risorse umane è un lavoro estremamente interessante, ricco di sfide quotidiane, indipendenza professionale e un mercato del lavoro stabile.

Diventare un consulente in risorse umane può quindi essere un ottimo percorso di carriera per chi ha voglia di formarsi e di mettersi in gioco.

 

Con Pass Laureati 2022, la misura di sostegno erogata dalla Regione Puglia, è possibile finanziare tutti i Master post lauream di Adsum.

Siamo a disposizione per supportarti durante tutto l’iter di partecipazione al bando, dalla presentazione alla rendicontazione.

Contattaci qui per saperne di più.

 

 

consulente risorse umane notarizzazione blockchain

Documento protetto e notarizzato su blockchain con AUTENTIKO©

Post Info :
Condividi:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli Popolari

Potrebbe interessarti anche