ADSUM – Formazione d’Eccellenza

Certificazioni di inglese: quali conseguire?

Condividi il post

certificazioni di inglese

Conseguire certificazioni di inglese può essere importante in diverse situazioni:

  • Per chi è disoccupato e vuole distinguersi dalla concorrenza quando si propone per un lavoro;
  • Per chi è occupato ma desidera migliorare il suo salario o cambiare ruolo;
  • Per uno studente che vuole iscriversi ad un’università straniera;
  • Per chi vuole cercare lavoro in un paese straniero.

Qualunque sia la situazione specifica, un certificato di lingua inglese può aiutarti a raggiungere l’obiettivo.

Vediamo di capire in questo articolo quali certificazioni di inglese conseguire.

*********

*********

 

Le certificazioni di inglese più importanti

Esistono diversi programmi di certificazione della lingua inglese.

Per questo è utile sapere quali sono gli obiettivi e quali i requisiti prima di impegnarsi nello studio per una certificazione linguistica specifica.

In Italia gli enti certificatori riconosciuti dal MIUR sono:

  • Cambridge Assessment English (CAE);
  • City and Guilds (Pitman);
  • Edexcel / Pearson Ltd;
  • ETS – Educational Testing Service (TOEFL);
  • English Speaking Board (ESB);
  • International English Language Testing System (IELTS);
  • Pearson – LCCI;
  • Pearson – EDI;
  • Trinity College London (TCL);
  • Department of English, Faculty of Arts, University of Malta;
  • National Qualifications Authority of Ireland – Accreditation and Coordination of English; Language Services (NQAI – ACELS);
  • Ascentis;
  • AIM Awards;
  • Learning Resource Network (LRN);
  • British Institutes;
  • Gatehouse Awards Ltd;
  • LanguageCert;
  • ESaT Malta;
  • Michigan State University (MSU);
  • AELS NOCN.

 

Fra queste certificazioni le più importanti sono TOEFL, IELTS, TRINITY e Cambridge English.

In generale però non esiste una certificazione riconosciuta migliore delle altre a priori.

La scelta si basa sugli obiettivi individuali, sull’eventuale data di scadenza della certificazione e sul livello di lingua inglese che si vuole certificare.

È il Quadro europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER) a definire il livello di abilità linguistica; non solo per l’inglese, ma per tutti gli idiomi.

Questo è diviso nei seguenti livelli:

A – Base

A1 – Livello principiante

A2 – Livello elementare

 

B – Autonomia

B1 – Livello intermedio

B2 – Livello intermedio superiore

 

C – Padronanza

C1 – Livello avanzato

C2 – Livello di padronanza

 

Come prepararsi per una certificazione di inglese

1. Conoscere il formato e il contenuto dell’esame

La maggior parte degli esami sono divisi in sezioni differenti: parlato, ascolto, lettura, comprensione del testo, ecc.

È importante sapere quali di queste sezioni sono contenute nell’esame che si vuole sostenere, cosa contiene ciascuna e quanto tempo si ha a disposizione per completare ognuna di essa.

Potrebbe sembrare che la grammatica sia tutto ciò che viene testato, ma spesso vengono valutate anche altre abilità linguistiche. Ad esempio, in un esame di scrittura, lo stile e la formalità della lingua devono essere indirizzati al lettore.

In un esame orale, invece, il tono cambia fra descrivere qualcosa, convincere qualcuno o raccontare una storia.

Inoltre, è utile sapere come vengono conteggiati i punti in sede di esame: le risposte sbagliate valgono zero o vengono conteggiate negativamente?

 

2. Frequentare un corso di lingua

Non importa quanto sia alto il livello linguistico, con la pratica le possibilità di passare l’esame aumenteranno.

In questo contesto può essere utile prendere parte ad un corso di inglese per ripassare la lingua o imparare nuove informazioni.

Per i giovani disoccupati fino ai 29 anni di età, il programma europeo Garanzia Giovani offre la possibilità di frequentare corsi di formazione gratuitamente.

Fra questi, anche corsi di preparazione in lingua inglese, come quelli di Adsum per i livelli B1, B2 e C1.

 

3. Fare test pratici

Come detto prima, è importante familiarizzare con il materiale dell’esame e comprendere il tipo di risposte che gli esaminatori vogliono vedere.

Fortunatamente, è possibile trovare online risorse di apprendimento e documenti ufficiali di pratica per tutti i test.

Un consiglio è provare a simulare l’esatta esperienza della data dell’esame: sedersi in un luogo tranquillo, impostare il timer con la durata esatta del test e concentrarsi per passarlo a pieni voti.

 

 

4. Imparare dagli errori

Troppo spesso, quando si pratica un esame, la tentazione è di vedere il numero delle risposte corrette per poi passare in fretta al test successivo.

È importante però imparare dagli errori, soprattutto se si tende a ripetere sempre gli stessi.

Scoprire perché queste risposte sono sbagliate è di per sé una lezione preziosa che assicurerà di evitare gli stessi errori in futuro.

 

5. Leggere, ascoltare, parlare per divertimento

Quando si sente la pressione di un esame, è facile perdersi durante la preparazione.

Sicuramente bisognerà investire del tempo per una preparazione specifica, ma ciò non significa dimenticare la parte “più divertente” di una lingua.

Le abilità linguistiche possono essere esercitate anche ascoltando musica o un podcast in inglese, guardando un video, un programma TV o un film, leggendo un libro o parlando con un amico madrelingua.

 

Per concludere, è chiaro come le certificazioni di inglese possano aprire innumerevoli porte.

Per superare un test e ottenere una certificazione di inglese potrebbe essere necessario investire molto tempo e fatica.

Ecco perché la preparazione e l’esercitazione mediante un percorso di formazione con un insegnante che ti aiuterà nell’apprendimento semplificherà molti problemi.

Contattaci per ricevere tutte le informazioni di cui necessiti.

 

autentiko qr certificazioni di inglese

Documento protetto e notarizzato su blockchain con AUTENTIKO©

Post Info :
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Popolari

Potrebbe interessarti anche